passaporti falsi inter prescrizione

Un pm o un procuratore federale non possono dichiarare nessuna prescrizione e non la può dichiarare nemmeno Repubblica in un articolo in cui si parla di relazione e sentenza confondendo tra una relazione di un procuratore su istanza di Agnelli e una sentenza o decisione di un giudice. Pagina 1 di 2 - L'inter Patteggia Per Le Plusvalenze Fittizie - inviati in Juventus Forum: LInter patteggia per le plusvalenze fittizie La Procura federale ha accettato il patteggiamento dell’Inter nel procedimento sulle plusvalenze fittizie di Nagatomo, Caldirola e Garritano. Al termine di quella inchiesta inoltre non fu revocato lo scudetto del 2006 (che era stato assegnato all’Inter, ma d’ufficio) che la Juventus aveva invece richiesto e sul quale Palazzi si espresse dicendo che, proprio a causa della prescrizione, non si poteva più procedere. ( può farlo chiunque lo desideri) . Può farlo a questo indirizzo: simonenastasi1@gmail.com. Al termine di quella inchiesta inoltre non fu revocato lo scudetto del 2006 (che era stato assegnato all’Inter, ma d’ufficio) che la Juventus aveva invece richiesto e sul quale Palazzi si espresse dicendo che, proprio a causa della prescrizione, non si poteva più procedere”. Vale a dire operazioni di mercato che l’Inter avrebbe volutamente costruito gonfiando il valore di alcuni giocatori acquistati o ceduti. Ora se tutto questo si poteva definire “aver fatto giustizia”…, Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Noto con piacere la correzione del titolo in prima pagina: non è sufficiente a cancellare la scarsa onestà intellettuale (c’era chi parlava di “prostituzione intellettuale” e lo faceva a ragion veduta) di un articolo del genere. Gli juventini pensino al salvataggio grazie alla prescrizione sul doping e cosa disse il procuratore Guariniello in merito. quante parole, spiegazioni,interpretazioni, il giornalista ha rilevato dei fatti stop, fatti menzionati da chi condannò la juve. baldini, non sabatini e non camba nulla. Lo monetina di Alemao e gli altri misteri del Campionato 1989-90 In occasione dei 59 anni compiuti oggi da Ricardo Alemao, l’ex centrocampista brasiliano... Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro. Ma le sembra giornalisticamente corretto mettere insieme due fatti che nulla hanno a che fare, come un patteggiamento per un’irregolarità amministrativa, e la famosa vicenda della prescrizione? L’accostamento e’ derivato soltanto da queste ragioni. Però non dobbiamo negare e offendere l’autore di questo articolo solo perchè siamo interisti! Il tutto aggravato da un titolo fortemente inesatto e fatto apposta per provocare i commenti indignati degli interisti? Eh va beh non e' questo il posto per parlare di queste cose comunque anche l'inter tra passaporti falsi e il resto non le ha rispettate solo che e'andato tutto in prescrizione e tutti felici. O di dubita… Una ricostruzione neutrale della vicenda dei passaporti falsi che ad inizio 2000 scosse il calcio italiano e che ancora oggi fa gridare allo scandalo alcuni tifosi. Tra club e dirigenti nerazzurri, l’Inter … Ma il titolo di questa pagina rimane vergognosamente inesatto: “arriva un altro patteggiamento” dopo quale altro? Ridimensionati perchè a noi tifosi di altre squadre non ci fa felice per niente sapere che all’epoca pagò solo la Juve. Passaporti falsi, pedinamenti, Calciopoli: il lato 'oscuro' di Moratti, le ombre dei suoi 18 anni all'Inter di Letterio Donato Vittorie ma non solo, anche ombre sull'Inter di Moratti. La juventus non ha alcuna prescrizione per doping, infatti è stata totalmente prosciolta sia dalla giustizia ordinaria che da quella sportiva. C'è in giro un grande trionfalismo nel mondo interista per la cessione di Mauro Icardi al Psg per 57 milioni dopo una mezza stagione abbondante, diciamo così, in prova. Per ciò’ che attiene calciopoli dovevano ricominciare dai dilettanti con tanti saluti a Higuain. Il passaporto di Recoba: si cambiarono le regole per non far retrocedere l’Inter Iuliano – Ronaldo, la storia raccontata a modo loro. Citazioni sul Football Club Internazionale Milano.. Citazioni []. Tonto. Lo scandalo italiano dei passaporti falsi, noto anche come Passaportopoli, fu uno scandalo che colpì il calcio italiano nel 2001 e riguardò la naturalizzazione illecita di alcuni calciatori extracomunitari. Innanzitutto, come diceva qualcuno in altri commenti, la prescrizione evita il processo non la condanna! Mi fa impazzire questa cosa che la gente non si arrende ai fatti e continua a menar il can per l’aia quando questo cane è già abbastanza stanco di girare. perchè siete cosi agitati, la verità fa male. Altrettanto chiaro ormai è che Calciopoli sia nata a seguito di indagini, intercettazioni e carte selezionate con cura dal Gruppo Moratti (Telecom, Tronchetti Provera, Giuliano Tavaroli, etc…) che grazie ad una Federazione compiacente di allora (Guido Rossi, leggere il suo CV è paradigmatico) ha cercato di sovvertire lo status quo, determinando alla fine la punizione meritata di una squadra in maniera pesante (revoca di 2 scudetti, retrocessione in serie B con penalizzazione di punti), di altre squadre in maniera più o meno lieve e all’immunità di una sola squadra che addirittura è risultata premiata con l’assegnazione a tavolino di uno scudetto (per non citare del dominio che quella stessa squadra ha poi potuto esercitare nel calcio italiano per i successivi 4 anni…obiettivo raggiunto)! L’articolo parla di prescrizione nel caso di palazzi e patteggiamento nel caso oriali. L’Inter non ha alcuna prescrizione per calciopoli. La ringrazio e attendo sue notizie. Povera Italia, pure i giornalisti “sportivi” sono faziosi … e poi dicono che in Italia i quotidiani non li compra piu’ nessuno! Passaporto falso di recoba, il c.g.s. Cordialmente. Così facendo avrebbe riportato in bilancio valori non reali ma appunto fittizi delle operazioni che alla società nerazzurra avrebbero consentito di ottenere un vantaggio di natura contabile. E che l’Inter in sede civile e penale non sia stata nemmeno tirata in ballo. No. calciopoli è stato un altro esempio di giustizia “all’italiana”, per cui non ce la toglieremo mai di torno, Qua di “fatto” c’è solamente l’autore di questo articolo: fazioso, inesatto e bugiardo, PULITI GLI INTERISTI HA HA HA HA HA ” MA MI FACCIA IL PIACERE ” INTER VERGOGNATI. Se così fosse rettificherei senza problemi e immediatamente. Risposta: No. ?Quindi tutte le accuse sulla juve sono vere e bravi i giornalisti,quando tocca specie all’INTER c’è la faziosità?? Family with 15 infections makes COVID-19 PSA Dopo che l’inchiesta principale, che vide sul banco degli imputati per illeciti sportivi la dirigenza della Juventus e in particolare l’allora direttore generale Luciano Moggi, portò alla revoca dello scudetto del 2006 che venne di ufficio assegnato all’Inter. [30], Sentenza della Commissione di Appello Federale, Passaporti: assolto Veron, un anno a Recoba, Da domenica via libera agli extracomunitari, All’origine dello scandalo "Passaportopoli", Comunicato ufficiale n. 507 del 27 giugno 2001, Passaporti falsi: patteggiano Recoba e Oriali - Gazzetta dello Sport, Campionato Federale di Prima Categoria 1908, Campionato Italiano di Prima Categoria 1909, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Scandalo_italiano_dei_passaporti_falsi&oldid=117094578, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo, Classifica perpetua del massimo campionato nazionale (. A livello penale la prescrizione non era scattata ma semplicemente i giudici non hanno rilevato condotte illegali da parte della società nerazzurra. Furono coinvolte società, dirigenti e calciatori di 6 squadre di Serie A (Inter, Lazio, Milan, Roma, Udinese e Vicenza) e una di Serie B (Sampdoria). E non è la prima volta che la società di corso Vittorio Emanuele riesce in un modo o in un altro a salvarsi dalla giustizia sportiva. Passaporti falsi: patteggiano Recoba e Oriali - Gazzetta dello Sport Ha fatto affidamento su persone sbagliate, proprio come juBe xon Moggi e proprio come juBe ha patteggiato! La prescrizione salva l'Inter Facchetti, fu illecito sportivo. Per quanto riguarda Calciopoli poi Le assicuro che quello che dico non vuole assolutamente dare la colpa esclusiva all’Inter ma semplicemente contestare una critica ad un titolo che, nelle parole, non è sbagliato. La sentenza di primo grado, emessa dalla Commissione disciplinare della Lega Calcio il 27 giugno 2001, è stata la seguente:[2], La Commissione di Appello Federale, dopo le riunioni del 17 e 18 luglio 2001, ha confermato le decisioni prese in primo grado relativamente a Inter,[13] Milan,[14] e Sampdoria. Triste cronaca della fugace pagina del trainer argentino nel mondo Roma. Giornalisti faziosi? In soldoni Facchetti chiedeva semplicemente agli arbitri un trattamento equo, cioè si raccomandava di non aiutare la Juve! Mi permetto di aggiungerLe che con tutto il dovuto rispetto, conosco bene la distinzione tra giustizia penale e sportiva. Le garantisco in tal caso come ho già anticipato che scriverei subito un articolo di rettifica. Il caso è quello dello scambio avvenuto nel 2011 tra Inter e Cesena dei calciatori Garritano e Nagatomo che ha portato il terzino giapponese a vestire la maglia nerazzurra. UN’ARTICOLO VERGOGNOSO E’ PRIVO DI FATTI VERI ED ACCERTATI, HO IL DUBBIO CHE L’AUTORE SIA UN AMICO DEL SIG. Tutto poi per cercare di dire “Eh sì, calciopoli è colpa dell’Inter, erano loro che dovevano andare in serie B, altro che quell’onesta società che è la Juve!” Peccato che tutti i gradi di giudizio (penali, questi sì, non sportivi come nel caso dell’accusa di Palazzi) abbiano detto il contrario. Breve riepilogo: il 6 aprile 2000 scoppia passaportopoli con il caso Veron, accusato di aver presentato documenti falsi per ottenere il passaporto italiano. Ancora a tentare di infangare il buon nome del povero Giacinto Facchetti. Caro Luciani, quando si scrive su un giornale si deve assicurare correttezza ed imparzialità di giudizio e possibilmente, se si parla di aspetti tecnico/legali ci si deve preparare professionalmente. fa male la VERITA’ eh? Esempio: “Nonostante appunto, fosse nel frattempo intervenuta la prescrizione ad evitare alla società nerazzurra guai (penali) ben peggiori. SONO ricominciate le iene ," antijuventus channel edition" . Hanno dichiarato prescritto un morto a mezzo stampa. Vai a parlare di cucina.. su dai…, Gentile Simone, pure io sono giornalista professionista e mi è molto facile comprendere quanto la sua posizione sia indifendibile. I commenti possono essere anche faziosi, ma ai giornalisti e’ richiesta una certa etica professionale che manca totalmente all’autore dell’articolo. É il succo racchiuso nel suo libro: il “Terzo incomodo” (Fabrizio Càlzia, Bradipolibri 2004). Nel titolo si parla del “caso Palazzi” e non di Oriali. 1)Hanno rubato nel 2006,e anche più di tutti 2)Hanno violato più di un articolo 3)Giocatori che scendevano in campo.....con passaporti falsi 4)Tutte le ''ladre'' hanno pagato la giusta misura di quanto male hanno fatto,l'Inter no e per quello che ha fatto merita la serie b. La sola telefonata effettuata da facchetti ad un arbitro era illecito sportivo. ribadendo quanto già scritto stamane, Le sarei davvero grato se potesse fornirmi un indirizzo cui scriverLe in privato per darLe qualche delucidazione in merito all’articolo veramente penoso che questo giornale ha pubblicato oggi. Io sono un giornalista professionista, lei che cosa sia non so, ma la sua risposta incivile ne dà un’idea. siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii purtroppo si, Con questo articolo avete fatto tremare barbara d’urso, solo lei forse riesce ad essere più ridicola, peccato che di tanto in tanto mettete in mano di pseudo giornalisti articoli che vedono impegnati sia politicamente sia sportivamente milioni di persone che si infamano a vicenda. Ora chiedi scusa all’estensore dell’articolo. Infine per chi ancora non fosse convinto porgo una domanda che mi sono sempre fatto ma vorrei la risposta da juventini, interisti o chiunque altro abbia almeno un minimo di cervello: ma secondo voi l’inter imbrogliava per arrivare seconda? L’autore di questo articolo è passibile di diffamazione…per l’acquisto di Nagatomo è il Cesena ad essere imputato (e condannato) per illecito. LUCIANO MOGGI. Le sarei molto grato, quindi, se questa conversazione potesse proseguire in privato, altrimenti scriverò alla redazione di “iogiocopulito”: sono certo che, dopo aver realizzato quanto di sbagliato ha scritto, diverrà quanto meno rosso in viso per la vergogna provata, se è una persona intellettualmente onesta. L’inter, infatti, oltre ad aver patteggiato in questa situazione, lo ha fatto anche nel caso del Fair Play Finanziario. Su che basi? Il caso patteggiamento Oriali/passaporti falsi/Recoba, che è un caso solo, anche se come lo dice lei sembrano tre, riguardò un dirigente fra tanti e non c’entra nulla con quello che ho detto io né con il titolo dell’articolo. Articolo di pessimo gusto, fazioso e pieno di inesattezze……certe cose pensavo di leggerle solo su tuttosport……non e’ cosi…che delusione, Buonasera a tutti i lettori. Quando l’Inter fu retrocessa ma non andò in B. Il doping e l’Inter, una storia triste. Il fratello di Sandro, morto nel 2013 sosteneva fossero proprio le “riserve” a “testare” la bontà del prodotti del “mago” Helenio Herrera. Ossia c'è stato illecito sportivo. La Corte federale abolisce la norma che ne limita l'impiego considerandola illegittima e consente di utilizzarli a campionato in corso, incidendo sul suo esito. Ne ha fatto un castello di invenzioni. Può star sereno che non appena possibile scriverò direttamente alla direazione del suo giornale, mostrando impietosamente le panzane che ha osato scrivere. poi detto tra noi è ovvio che non solo oriali si fosse servito di certi canali per ottenere passaporti falsi, così come è ovvio che non solo nella Juve sia stato praticato il doping (Milan-lab con crescita di Pato, Caso Kallon etc etc) oriali e lo stesso recoba patteggiarono. Mai stati (mandati) in B. Storia di una prescrizione Ecco, così va meglio. Telefonata di facchetti ad un arbitro, illecito sportivo, è stata nascosta fino allo sbobinamento della difesa di moggi, quando il reato era già prescritto. Ma che strano solo quando non parlano male della juve? Risposta: Sì ( l ha confermato anche Lei). Come le sconfitte. [28] Nel luglio del 2011 in un'intervista rilasciata a la Repubblica, Franco Baldini, direttore sportivo della Roma dal 1999 al 2005, si espresse a favore di Oriali rispetto alle responsabilità imputategli dichiarando che era stato lui a consigliare all'ex mediano nerazzurro di rivolgersi a una delle persone successivamente coinvolte nello scandalo. E questo è solo un esempio di come si possa facilmente rispondere alle millemila boiate pazzesche che si leggono anche tra i commenti dei Suoi lettori. 19-08-20, 17:10 #14 Forse sarebbe meglio tacere, visto che tra l’altro non sono fatti che riguardano la sua squadra, no? Patteggiare una multa non è onorevole, senza dubbio: ma usare toni tali da parificare questa condotta a quella del sistema Moggi significa (far finta di) non comprendere la differenza tra una contravvenzione per divieto di sosta e una rapina, A me sembra che il titolo sia tornato quello originale. Questione ben diversa è quella del caso Facchetti. Ma lei sa di che cosa sta parlando? da juventino, lo scudetto 2006 non andava assegnato a nessuno, nemmeno i fascisti nel ’27 si assegnarono lo scudetto…. [26][27], Nell'ambito della giustizia ordinaria, il Gip del Tribunale di Udine accolse, nel maggio 2006, la richiesta di patteggiamento dell'attaccante uruguayano dell'Inter, Álvaro Recoba, e di Gabriele Oriali, responsabile dell'area tecnica della società nerazzurra, infliggendo la pena di sei mesi di reclusione ciascuno (sostituita con una multa di 21.420 euro) per i reati di concorso in falso e ricettazione. Abbiamo sbagliato, punto! Si può essere più incoerenti?», A posteriori, la cancellazione della suddetta norma (la quale era stata definita illegittima da precedenti sentenze della giustizia ordinaria) è stata ritenuta la ragione per cui non furono comminate penalizzazioni di punti in classifica ai club condannati. Incredibile che un giornale come questo possa pubblicare un articolo così fazioso e infarcito di castronerie giuridiche. Poi se vogliamo postare una ricetta della nonna ok, tanto mi sembra che qui valga tutto. E' questa la pesante affermazione contenuta nella relazione del procuratore della Figc Palazzi. Studia. Attenzione ai nomi: esclusi Picchi e Facchetti, e se vogliamo inserirci anche Tagnin, il destino si accanisce sulle riserve. Lazio: qualificarsi agli ottavi di Champions League non è sufficiente per essere una grande squadra Anche le vittorie possono insegnare. Le notizie sono tutte vere, di che dovresti lamentarti ? Calciopoli costituisce una grave macchia per l’INTERO calcio italiano, laddove presidenti e dirigenti sportivi di tutte le squadre adottavano comportamenti e atteggiamenti “libertini” mirati ad accaparrarsi favori verso la classe arbitrale di allora che non ha saputo dimostrarsi immune da ciò, costituendo illeciti se non di natura penale sicuramente a livello sportivo: in tali comportamenti (malcostume imperante da anni) il famoso Moggi si è dimostrato il più “capace”, Facchetti &C. (per rispondere alla domanda di tale Marco tifoso interista di cui sopra) “imbrogliavano” per cercare di arrivare primi senza tuttavia riuscirci (semplice)! In questa frase tutta la faziosita’ del giornalista “il procuratore federale Palazzi dichiarò che l’Inter e in particolare l’allora presidente Giacinto Facchetti (poi prematuramente scomparso) violarono comunque l’articolo 6 e perciò erano comunque colpevoli di illeciti sportivi.” Da quando un procuratore che e’ l’avvocato dell’accusa emette una sentenza? Gentile Nastasi, sono un giornalista come lei e non ho scritto né insulti né minacce di querela. Saluti. E aggiungo come si legge alla fine dell’articolo anche dopo il patteggiamento di Oriali ( che per carità non è l’Inter ma un dirigente della società) per i passaporti falsi. Il suo articolo è un miscuglio di castronerie che fanno risaltare la sua volgarissima ignoranza in materia giuridica. Calciopoli è stata solo la punta di un iceberg, ma se si considera i passaporti falsi, i reati amministrativi, le plusvalenze passate, lo spionaggio industriale e tanto altro ci si accorge del loro imbroglio e del fatto che dovevano scomparire come ha sentenziato il 4 Luglio del 2011 la … Ottenuto grazie “ all’esistenza di una rete consolidata di rapporti di natura non regolamentare instaurati tra i designatori Bergamo e Pairetto e appunto il presidente dell’Inter Facchetti”. lo hanno venduto due volte? Le chiederei inoltre qualora decidesse di scrivermi di farlo ma attenendosi agli argomenti dell’articolo pregandoLa se ne fosse in grado di fornirmi tutte le prove esistenti che smentissero quanto da me scritto. Non penso di essere fazioso e soprattutto non sono juventino. Se a parti invertite anch'io proverei in modo sciocco e puerile a difendermi come state facendo voi... beh questo onestamente non so … Vicenza con le seguenti eccezioni:[16], All'indomani delle sentenza di primo grado, la firma del Corriere della Sera Giorgio Tosatti criticò le condanne, definendole «incoerenti e sproporzionate», a fronte della cancellazione, avvenuta il 4 maggio, della norma federale che imponeva alle società italiane il limite di tre calciatori extracomunitari impiegabili[23] (una decisione molto discussa, e che si rivelò decisiva, col senno di poi, per l'esito del campionato 2000-2001):[24][25], «Mi preme sottolineare l'incoerenza di comportamenti sulla vicenda degli extracomunitari. Cialtroneggiare non ti farà apparire più pulito. Gentile Giancarlo, con i suoi commenti ha dimostrato di non conoscere né l’imparzialità né il congiuntivo. Poniamo anche che tutto ciò che ha scritto sia vero e provato dalle fonti. Siete voi che dovete mettervi il cuore in pace, altro che fregnacce. prevedeva 3 punti di penalizzazione ogni partita giocata da recoba. Credo che Lei si sia risposto da solo: è patteggiamento quello del Fair play finanziario? Quello che dice Palazzi può essere in parte vero ma non si può permettere di giungere a conclusioni senza un processo, altrimenti la giustizia è finita. Evito di farlo tra i commenti perchè, a quanto vedo, c’è gente che si erge ad esperta mettendo insieme il Codice di Giustizia Sportiva ed il patteggiamento in sede penale di Oriali e Recoba, forse ignorando che sono due mondi a compartimenti stagni e che la tanto invocata “penalizzazione di 3 punti per ogni partita” non è mai stata applicata non per via dell’intervenuto patteggiamento, ma perchè Recoba non è mai stato schierato in posizione di (irregolare) comunitario. Madonna Fabio brucia la verità eh? Nel titolo viene menzionato che tipo di patteggiamento? Qui una delle fonti:http://www.repubblica.it/sport/calcio/2011/07/04/news/calciopoli_2006_inter_colpevole_prescrizione-18655471/. «L'Inter violò l'articolo 1». Quindi è sbagliato parlare di “altro patteggiamento”? Quando l’Inter fu retrocessa ma non andò in B. Il doping e l’Inter, una storia triste. Il passaporto di Recoba: si cambiarono le regole per non far retrocedere l’Inter Iuliano – Ronaldo, la storia raccontata a modo loro. Cose ben più gravi di quello che sta passando conte adesso. E’ davvero difficile riuscire a infilare così tante castronerie in un articolo scritto coi piedi e volgarmente fazioso come questo. Al termine di quella inchiesta inoltre non fu revocato lo scudetto del 2006 (che era stato assegnato all’Inter, ma d’ufficio) che la Juventus aveva invece richiesto e sul quale Palazzi si espresse dicendo che, proprio a causa della prescrizione, non si poteva più procedere. [15][16], Sono state confermate anche le decisioni riguardanti Lazio, Roma, Udinese e L.R. Anche Moggi ela Juve, tornati amorevolmente insieme, sfidano l’Inter a rinunciare alla prescrizione. Che non è un giochino per pochi, ve lo ricordo, ma uno degli interessi prevalenti degli italiani (si può anche dire purtroppo) nonché una delle leve del potere in Italia, come vent’anni di berlusconismo hanno così sapientemente illustrato. Al di là del crimine linguistico: guai penali ben peggiori? Invito a scrivermi direttamente e ad informarmi (con prove) degli errori commessi. Che vergogna! Che poi cercò di ammorbidire de santis in quella telefonata, passerebbe pure in secondo piano. Ma soprattutto dov'è la simpatia ? Gentile Francesco, raccolgo con molto piacere la sua idea di volermi scrivere in privato. Nell’inchiesta cosiddetta di “Calciopoli bis” che vide coinvolta anche la società all’epoca di Massimo Moratti, a salvare i nerazzurri fu la prescrizione. Ah be’ sì, c’è anche il fair play finanziario, altro patteggiamento! Sembra il parto di un ultras bianconero ubriaco, Sicuramente LEI è interista e non gradisce la VERITA’ VERGOGNATEVI. Ma cinque anni più tardi, nel luglio del 2011, al termine dell’inchiesta “bis” nata in seguito alle intercettazioni portate alla luce nel corso del processo penale svoltosi presso il Tribunale di Napoli e conclusosi con una sentenza di assoluzione per prescrizione di tutti gli imputati, il procuratore federale Palazzi dichiarò che l’Inter e in particolare l’allora presidente Giacinto Facchetti (poi prematuramente scomparso) violarono comunque l’articolo 6 e perciò erano comunque colpevoli di illeciti sportivi. o no? Se tu sei giornalista, io sono il prossimo presidente dell’Inter. Moratti, che secondo Palazzi era “informato” dei rapporti tra Facchetti, Bergamo e Pairetto, riuscì comunque a salvarsi nonostante la sua condotta fosse apparsa “in violazione dell’articolo 1 del CGS (Codice di Giustizia Sportiva)”. Lei come giornalista fa veramente schifo, se lo faccia dire. Pure cecato sei, cialtrone. Suppone? Nonostante appunto, fosse nel frattempo intervenuta la prescrizione ad evitare alla società nerazzurra guai (penali) ben peggiori. Se le legga e prenda un maalox. prevedeva sconfitta a tavolino per ogni partita giocata da recoba. Sono interista dalla nascita, difenderei l’inter sempre e comunque ma non dobbiamo essere faziosi altrimenti facciamo la fine dei gobbi che ancora non riconoscono lo scempio di calciopoli! Pagine che rischiano di screditare una storia di successi. inter juventus ... in cui l’unico protagonista a rifiutare la prescrizione (si può, si può) ... (lo scandalo dei passaporti falsi). E’ arrivato il circo in città? Visto come sono andate le cose la domanda sorge legittima: avesse avuto ragione Recoba? Al massimo prescrizione (solo in ambito di giustizia ordinaria) riguardava l’abuso di farmaci leciti (una cosa che facevano tutte le squadre di serie A e che non era previsto come illecito da alcuna norma penale, nè da alcun regolamento del codice di giustizia sportivo). questo presunto illecito non arrivo’ mai a giudizio per sopravvenuta prescrizione, quindi si puo’ dire che il Procuratore Palazzi ipotizzo una presunta violazione dell’articolo 6 e un conseguente ipotetico illecito sportivo. Dichiarazione pesantissima, rilasciata da Ferruccio Mazzola. Forse del tuo mononeurone ? Cose che accadono solo in Italia che una volta era la patria del diritto. per fabio e andrea voi siete solo tifosi acidi che non riuscite a vedere oltre il vostro naso, pensa poi se riuscireste a leggere con imparzialità quanto scritto da palazzi. Ho letto anche la sua precisazione nei commenti e le dico che non deve essere il lettore a portare carte e documenti per contestare un articolo ma esattamente il contrario, cioe’ il giornalista deve essere in grado di dimostrare che quello che scrive corrisponda a verita’. Moggi e i dirigenti della Juventus hanno una prescrizione dichiarata con sentenza definitiva per associazione a delinquere e una per frode sportiva derivante dall’abuso di farmaci. Ma Caldirola non venne venduto dall’Inter al Leverkusen (o altra tedesca) per tre milioni e qualche spicciolo? Come dicevo, la cosa è vera, ma ricordiamoci che quelli erano altri tempi, all’epoca era “lecito” parlare con gli arbitri, se vi ricordate esisteva proprio l’addetto all’arbitro, Facchetti, Moggi, Meani… Moggi controllava tutto, minacciava arbitri e calciatori (la GEA è stata dichiarata associazione a delinquere), preparava le griglie degli arbitri, premiava gli arbitri che aiutavano la juve, ecc… Invece avete sentito le intercettazioni di Facchetti? > Passaporti falsi ai calci... Passaporti falsi ai calciatori: patteggiano Recoba e Oriali ... A patteggiare per primi la pena sono stati l'attaccante uruguayano dell'Inter Alvaro Recoba e Gabriele Oriali, ... valutando le altre posizioni anche in considerazione del fatto che per alcuni casi i reati sono prossimi alla prescrizione. All'Inter ho trovato davvero una mentalità vincente in tutti, come mai mi era capitato nel corso della mia carriera. Do il mio consenso affinché un cookie salvi i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento. Mi limito a scrivere di aver riportato i fatti ( che il buon Facchetti, pace all’anima sua, sia stato prescritto e’ un fatto) e aver citato anche le fonti. Il patteggiamento cui (di nuovo) si fa riferimento nel titolo non esiste. Corruzione, lattine e tornei giovanili col trucco.

Collegamenti Palermo Sciacca, Tulipano Fiore Disegno, Teatro Due Roma Scheda Tecnica, Piante Aromatiche In Cucina Ikea, 15 Ricette Da Fare Con Il Tonno In Scatola, Crudelia De Mon Note Piano, Alan Kurdi Oggi, Registro Del Professore 3 Classi, Il Sentimento Religioso Negli Uomini Primitivi,