legge fornero 2012

«Politiche economico-finanziarie e di bilancio» dello stato di previsione del Ministero dell’economia e delle finanze. 1 – Disposizioni generali, tipologie contrattuali e disciplina in tema di flessibilità in uscita e tutele del lavoratore Milano App 23-7-2020 reintegra.pdf, | Allegati: 57. Alla revoca del recesso conseguono la cessazione di ogni effetto delle eventuali pattuizioni a esso connesse e l’obbligo in capo al lavoratore di restituire tutto quanto eventualmente percepito in forza di esse. Le amministrazioni interessate provvedono con le risorse finanziarie, umane e strumentali disponibili a legislazione vigente. Tutela demansionamento, Cass. I lavoratori coinvolti nel programma di cui al comma 1 debbono raggiungere i requisiti minimi per il pensionamento, di vecchiaia o anticipato, nei quattro anni successivi alla cessazione dal rapporto di lavoro. Berrino Rel. Al fine di garantire un’omogenea applicazione degli incentivi all’assunzione, ivi compresi quelli previsti dall’articolo 8, comma 9, della legge 29 dicembre 1990, n. 407, e dagli articoli 8, commi 2 e 4, e 25, comma 9, della legge 23 luglio 1991, n. 223, per i periodi di vigenza come ridefiniti dalla presente legge, si definiscono i seguenti principi: a) gli incentivi non spettano se l’assunzione costituisce attuazione di un obbligo preesistente, stabilito da norme di legge o della contrattazione collettiva; gli incentivi sono esclusi anche nel caso in cui il lavoratore avente diritto all’assunzione viene utilizzato mediante contratto di somministrazione; b) gli incentivi non spettano se l’assunzione viola il diritto di precedenza, stabilito dalla legge o dal contratto collettivo, alla riassunzione di un altro lavoratore licenziato da un rapporto a tempo indeterminato o cessato da un rapporto a termine; gli incentivi sono esclusi anche nel caso in cui, prima dell’utilizzo di un lavoratore mediante contratto di somministrazione, l’utilizzatore non abbia preventivamente offerto la riassunzione al lavoratore titolare di un diritto di precedenza per essere stato precedentemente licenziato da un rapporto a tempo indeterminato o cessato da un rapporto a termine; c) gli incentivi non spettano se il datore di lavoro o l’utilizzatore con contratto di somministrazione abbiano in atto sospensioni dal lavoro connesse ad una crisi o riorganizzazione aziendale, salvi i casi in cui l’assunzione, la trasformazione o la somministrazione siano finalizzate all’acquisizione di professionalita’ sostanzialmente diverse da quelle dei lavoratori sospesi oppure siano effettuate presso una diversa unita’ produttiva; d) gli incentivi non spettano con riferimento a quei lavoratori che siano stati licenziati, nei sei mesi precedenti, da parte di un datore di lavoro che, al momento del licenziamento, presenti assetti proprietari sostanzialmente coincidenti con quelli del datore di lavoro che assume ovvero risulti con quest’ultimo in rapporto di collegamento o controllo; in caso di somministrazione tale condizione si applica anche all’utilizzatore. 41, il quale ha dato attuazione al D.L. Buffa Prima fase: ricognizione ricorrenza giusta causa o giustificato motivo soggettivo - Seconda fase (eventuale): verifica della sussistenza/insussistenza del fatto. Nei casi di cui ai commi 40, 41 e 42, il lavoratore destinatario dei trattamenti di sostegno del reddito perde il diritto alla prestazione, fatti salvi i diritti gia’ maturati. Viene mantenuta la possibilità di Proporzionalità della sanzione “codificata” e giudiziale, contestato di minima valenza disciplinare, 7. 24-2-2020 n. 4879 Pres. A seguito dell’accettazione dell’accordo di cui al comma 1 il datore di lavoro e’ obbligato a versare mensilmente all’INPS la provvista per la prestazione e per la contribuzione figurativa. L’inoltro tardivo delle comunicazioni telematiche obbligatorie inerenti l’instaurazione e la modifica di un rapporto di lavoro o di somministrazione producono la perdita di quella parte dell’incentivo relativa al periodo compreso tra la decorrenza del rapporto agevolato e la data della tardiva comunicazione. Di Cerbo Rel. Le maggiori somme derivanti dall’incremento dell’addizionale disposto dal presente comma sono versate all’INPS con le stesse modalita’ previste dalla disposizione di cui al comma 48, lettera b), dell’articolo 2, e in riferimento alle stesse si applicano le disposizioni di cui ai commi 49 e 50 del medesimo articolo 2. 22 giugno 2012, n. 83, conv. Piccone Tutela reintegratoria (c.d. E’ fatto obbligo ai servizi competenti di cui all’articolo 1, comma 2, lettera g), del decreto legislativo 21 aprile 2000, n. 181, e successive modificazioni, di comunicare tempestivamente gli eventi di cui ai commi da 40 a 43 all’INPS, che provvede ad emettere il provvedimento di decadenza, recuperando le somme eventualmente erogate per periodi di non spettanza del trattamento. 60. 29-7-2020 n. 16253 Pres. 2 – Ammortizzatori sociali Rivalutazione ed interessi art. Nell’esercizio della delega di cui al comma 58, con riferimento alle certificazioni di competenza, e’ considerato anche il ruolo svolto dagli organismi di certificazione accreditati dall’organismo unico nazionale di accreditamento ai sensi del regolamento (CE) n. 765/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 9 luglio 2008. Napoli 04.03.2020 n. 5337 Rel. 4 – Ulteriori disposizioni in materia di mercato del lavoro, Ulteriori disposizioni in materia di mercato del lavoro, (in neretto corsivo modifiche apportate dal D.L. 62. 54. 20. LEGGE 28 giugno 2012, n. 92 Disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita. Esaminato in aula il 25 e 26 giugno 2012 ed approvato il 27 giugno 2012. ord.). Entro il 30 giugno 2013 l’INPS predispone e mette a disposizione dei servizi competenti di cui all’articolo 1, comma 2, lettera g), del decreto legislativo 21 aprile 2000, n. 181, e successive modificazioni, una banca dati telematica contenente i dati individuali dei beneficiari di ammortizzatori sociali, con indicazione dei dati anagrafici, di residenza e domicilio, e dei dati essenziali relativi al tipo di ammortizzatore sociale di cui beneficiano. 77. Patti Rel. (1) Comma aggiunto dal D.L. La comunicazione contenente l’invito, cui deve essere allegata copia della ricevuta di trasmissione di cui al comma 18, si considera validamente effettuata quando e’ recapitata al domicilio della lavoratrice o del lavoratore indicato nel contratto di lavoro o ad altro domicilio formalmente comunicato dalla lavoratrice o dal lavoratore al datore di lavoro, ovvero e’ consegnata alla lavoratrice o al lavoratore che ne sottoscrive copia per ricevuta. All’articolo 37, comma 4-bis, primo periodo, del testo unico delle imposte sui redditi di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, le parole: «15 per cento» sono sostituite dalle seguenti: «5 per cento». f) previsione che nelle imprese esercitate in forma di societa’ per azioni o di societa’ europea, a norma del regolamento (CE) n. 2157/2001 del Consiglio, dell’8 ottobre 2001, che occupino complessivamente piu’ di trecento lavoratori e nelle quali lo statuto preveda che l’amministrazione e il controllo sono esercitati da un consiglio di gestione e da un consiglio di sorveglianza, in conformita’ agli articoli da 2409-octies a 2409-quaterdecies del codice civile, possa essere prevista la partecipazione di rappresentanti dei lavoratori nel consiglio di sorveglianza come membri a pieno titolo di tale organo, con gli stessi diritti e gli stessi obblighi dei membri che rappresentano gli azionisti, compreso il diritto di voto; 6. 33. Le informazioni di cui al primo periodo sono messe inoltre a disposizione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali per la pubblicazione nella borsa continua nazionale del lavoro di cui all’articolo 15 del decreto legislativo 10 settembre 2003, n. 276, e successive modificazioni. Le procedure di certificazione sono ispirate a criteri di semplificazione, tracciabilita’ e accessibilita’ della documentazione e dei servizi, soprattutto attraverso la dorsale informativa unica di cui al comma 51, nel rispetto delle norme di accesso agli atti amministrativi e di tutela della privacy. (7-bis. Pubblichiamo il testo della riforma del lavoro Fornero approvata con la legge 28 giugno 2012, n. 92, modificata, per ultimo, dal D.L. Nell’ipotesi in cui la lavoratrice o il lavoratore non proceda alla convalida di cui al comma 17 ovvero alla sottoscrizione di cui al comma 18, il rapporto di lavoro si intende risolto, per il verificarsi della condizione sospensiva, qualora la lavoratrice o il lavoratore non aderisca, entro sette giorni dalla ricezione, all’invito a presentarsi presso le sedi di cui al comma 17 ovvero all’invito ad apporre la predetta sottoscrizione, trasmesso dal datore di lavoro, tramite comunicazione scritta, ovvero qualora non effettui la revoca di cui al comma 21. Art. La riforma della legge Fornero. civ., disposta dall'art. Il sito utilizza cookie di terze parti. Le somme derivanti dalle riduzioni di spesa di cui al presente comma sono versate entro il 30 giugno di ciascun anno ad apposito capitolo dell’entrata del bilancio dello Stato. All’articolo 1 della legge 24 dicembre 2007, n. 247, e successive modificazioni, sono apportate le seguenti modificazioni: a) al comma 30, alinea, le parole: «in conformita’ all’articolo 117 della Costituzione e agli statuti delle regioni a statuto speciale e delle province autonome di Trento e di Bolzano, e alle relative norme di attuazione» sono sostituite dalle seguenti: 71. e-quinquies) riqualificazione di coloro che sono espulsi, per un loro efficace e tempestivo ricollocamento; e-sexies) collocamento di soggetti in difficile condizione rispetto alla loro occupabilita’». L. 92/2012 (Rito Fornero): sui termini di decadenza per le eccezioni nella fase sommaria (a proposito di Tribunale di Reggio Calabria, sezione lavoro, sentenza del 30.6.2014) di Manuela RINALDI Dopo oltre due anni dalla sua entrata in vigore la c.d. Monti, Presidente del Consiglio dei Ministri, Fornero, Ministro del lavoro e delle politiche sociali. 51. In caso di mancato versamento l’INPS procede a notificare un avviso di pagamento; decorsi centottanta giorni dalla notifica senza l’avvenuto pagamento l’INPS procede alla escussione della fideiussione. Riforma del lavoro Fornero legge 92/2012, lavoro intermittente, a chiamata, accessorio, disciplina dei voucher. Napoli GMO.pdf, Sign in|Recent Site Activity|Report Abuse|Print Page|Powered By Google Sites. Al decreto-legge 5 ottobre 2004, n. 249, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 dicembre 2004, n. 291, l’articolo 1-quinquies e’ abrogato. 14. Dai decreti legislativi di cui alle lettere a), b), c), d), f) e g) del comma 62 non devono derivare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica. L’opera, aggiornata alla Legge 7 agosto 2012, n.134 e alle circolari e note del Ministero del Lavoro, Poliche Sociali e dell’Inps, commenta, con efficace e puntuale sintesi, la L. 28 giugno 2012, n. 92, c.d. Nobile Rel. Si applicano, in quanto compatibili, le disposizioni di cui alla legge 24 novembre 1981, n. 689. Al decreto legislativo 21 aprile 2000, n. 181, sono apportate le seguenti modificazioni: a) all’articolo 3, dopo il comma 1 sono aggiunti i seguenti: Ai medesimi effetti, non sono computabili: i lavoratori occupati ai sensi della presente legge, i lavoratori occupati con contratto a tempo determinato di durata fino a sei mesi, (1) i soci di cooperative di produzione e lavoro, i dirigenti, i lavoratori assunti con contratto di inserimento, i lavoratori occupati con contratto di somministrazione presso l’utilizzatore, i lavoratori assunti per attivita’ da svolgersi all’estero per la durata di tale attivita’, i soggetti impegnati in lavori socialmente utili assunti ai sensi dell’articolo 7 del decreto legislativo 28 febbraio 2000, n. 81, i lavoratori a domicilio, i lavoratori che aderiscono al programma di emersione, ai sensi dell’articolo 1, comma 4-bis, della legge 18 ottobre 2001, n. 383, e successive modificazioni. 69. (7-ter. Decorso il termine di cui al secondo periodo, trovano applicazione i requisiti reddituali di cui all’articolo 29, comma 3, lettera b)». isopensione anticipata (art. 14, comma 4 bis, della legge 24 dicembre 1993, n. 537 (nella formulazione introdotta con l'art. La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara’ inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. 8. Resta confermato, in materia di incentivi per l’incremento in termini quantitativi e qualitativi dell’occupazione giovanile e delle donne, quanto disposto dal decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, del 5 ottobre 2012, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 17 ottobre 2012, n. 243, che resta pertanto confermato in ogni sua disposizione). (1) 78. L’accertamento e l’irrogazione della sanzione sono di competenza delle Direzioni territoriali del lavoro. 32. 15. n. 83 del 2012…, CORTE di CASSAZIONE sentenza n. 12741 depositata il 21 giugno 2016 - In tema di spese processuali, agli effetti del D.M. Questa legge, a partire dal 1 gennaio 2012, infatti ha sensibilmente incrementato i requisiti anagrafici e contributivi per l’accesso al pensionamento. Ai fini della determinazione del diritto agli incentivi e della loro durata, si cumulano i periodi in cui il lavoratore ha prestato l’attività in favore dello stesso soggetto, a titolo di lavoro subordinato o somministrato; non si cumulano le prestazioni in somministrazione effettuate dallo stesso lavoratore nei confronti di diversi utilizzatori, anche se fornite dalla medesima agenzia di somministrazione di lavoro, di cui all’articolo 4, comma 1, lettere a) e b), del decreto legislativo n. 276 del 2003, salvo che tra gli utilizzatori ricorrano assetti proprietari sostanzialmente coincidenti ovvero intercorrano rapporti di collegamento o controllo. Nei sette giorni di cui al comma 19, che possono sovrapporsi con il periodo di preavviso, la lavoratrice o il lavoratore ha facolta’ di revocare le dimissioni o la risoluzione consensuale. 3-12-2019 n. 31529 Pres. 17. (1) Comma aggiunto dal D.L. 1. Art. Riforma del lavoro Fornero - Art. (12-bis. 48. 64. Legge Fornero (Legge 92/2012) Disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita. 8. Ai fini del presente elaborato giova analizzare in particolare l’articolo 7, comma 40, della Legge n. 92/2012. Il decreto legislativo di cui alla lettera e) del comma 62 puo’ essere adottato solo dopo che la legge di stabilita’ relativa all’esercizio in corso al momento della sua adozione avra’ disposto le risorse necessarie per far fronte agli oneri derivanti dal decreto legislativo stesso. Esaminato dalla 11ª commissione, in sede referente l’11, 12, 16, 17, 18, 19, 26 e 27 aprile 2012; l’8, 9, 10, 15, 16, 17, 22 e 23 maggio 2012. «mediante intesa in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, ai sensi dell’articolo 3 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281»; b) al comma 30, la lettera a) e’ sostituita dalla seguente: 1. Nei confronti dei beneficiari di ammortizzatori sociali per i quali lo stato di disoccupazione costituisca requisito, gli obiettivi e gli indirizzi operativi di cui al comma 1 devono prevedere almeno l’offerta delle seguenti azioni: a) colloquio di orientamento entro i tre mesi dall’inizio dello stato di disoccupazione; b) azioni di orientamento collettive fra i tre e i sei mesi dall’inizio dello stato di disoccupazione, con formazione sulle modalita’ piu’ efficaci di ricerca di occupazione adeguate al contesto produttivo territoriale; c) formazione della durata complessiva non inferiore a due settimane tra i sei e i dodici mesi dall’inizio dello stato di disoccupazione, adeguata alle competenze professionali del disoccupato e alla domanda di lavoro dell’area territoriale di residenza; d) proposta di adesione ad iniziative di inserimento lavorativo entro la scadenza del periodo di percezione del trattamento di sostegno del reddito. La legge Fornero non è retroattiva Il nuovo art. La Legge Fornero viene definita “insostenibile” da più parti, al di là del problema degli esodati. Il Ministro dell’economia e delle finanze, ai fini delle successive riduzioni, e’ autorizzato ad accantonare e rendere indisponibili le predette somme. All’articolo 29, comma 2, del decreto legislativo 10 settembre 2003, n. 276, sono apportate le seguenti modificazioni: a) al primo periodo sono premesse le seguenti parole: «Salvo diversa disposizione dei contratti collettivi nazionali sottoscritti da associazioni dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative del settore che possono individuare metodi e procedure di controllo e di verifica della regolarita’ complessiva degli appalti,»; b) i periodi dal secondo al quinto sono sostituiti dai seguenti: Con decreto, di natura non regolamentare, del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze, da adottare entro un mese dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono stabiliti, nei limiti delle risorse di cui al comma 26: «1-bis. Il pagamento della prestazione avviene da parte dell’INPS con le modalità previste per il pagamento delle pensioni. Al di fuori dell’ipotesi di cui all’articolo 55, comma 4, del citato testo unico di cui al decreto legislativo 26 marzo 2001, n. sulla base di quadri di riferimento e regole definiti a livello nazionale, in relazione ai livelli e ai sistemi di referenziazione dell’Unione europea e in modo da assicurare, anche a garanzia dell’equita’ e del pari trattamento delle persone, la comparabilita’ delle competenze certificate sull’intero territorio nazionale. Al terzo periodo del comma 67 dell’articolo 1 della legge 24 dicembre 2007, n. 247, sono soppresse le parole: «In via sperimentale, con riferimento al triennio 2008-2010,» e, al comma 68, i periodi secondo, terzo e quarto sono sostituiti dal seguente: «A decorrere dall’anno 2012 lo sgravio dei contributi dovuti dal lavoratore e dal datore di lavoro e’ concesso secondo i criteri di cui al comma 67 e con la modalita’ di cui al primo periodo del presente comma, a valere sulle risorse, pari a 650 milioni di euro annui, gia’ presenti nello stato di previsione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, relative al Fondo per il finanziamento di sgravi contributivi per incentivare la contrattazione di secondo livello». 56. A incidere sulla applicazione del rito cd. All’articolo 164, comma 1, del testo unico delle imposte sui redditi di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, sono apportate le seguenti modificazioni: a) alla lettera b), le parole: «nella misura del 40 per cento» e le parole: «nella suddetta misura del 40 per cento» sono sostituite dalle seguenti: «nella misura del 27,5 per cento»; Qualora, in mancanza della convalida di cui al comma 17 ovvero della sottoscrizione di cui al comma 18, il datore di lavoro non provveda a trasmettere alla lavoratrice o al lavoratore la comunicazione contenente l’invito entro il termine di trenta giorni dalla data delle dimissioni e della risoluzione consensuale, le dimissioni si considerano definitivamente prive di effetto. 79. Il committente imprenditore o datore di lavoro può eccepire, nella prima difesa, il beneficio della preventiva escussione del patrimonio dell’appaltatore medesimo e degli eventuali subappaltatori. 40. 24. La Legge Fornero di riforma del mercato del lavoro (n. 92 del 28 giugno 2012) prevedeva che “allo scopo di assicurare il monitoraggio e la valutazione indipendenti dei risultati della riforma” l’INPS e l’ISTAT avrebbero organizzato “banche dati informatizzate anonime”, da rendere pubbliche e disponibili a scopo di studio e ricerca. Cassazionista, Associazione in Partecipazione e Associazioni Dilettantistiche, Cassa Integrazione, contratto di solidarietà e Mobilità, Concorrenza Sleale e Patto di non concorrenza, Contratto a Progetto ed attività etero-organizzata, Fallimentare; Estinzione delle società; Sequestro e confisca, Invalidità. I decreti di cui all’articolo 1, comma 30, alinea, della legge n. 247 del 2007 sono adottati entro il termine di sei mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge. Boghetich Licenziamento disciplinare - Art. Al fine di sostenere la genitorialita’, promuovendo una cultura di maggiore condivisione dei compiti di cura dei figli all’interno della coppia e per favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, in via sperimentale per gli anni 2013-2015: a) il padre lavoratore dipendente, entro i cinque mesi dalla nascita del figlio, ha l’obbligo di astenersi dal lavoro per un periodo di un giorno. «Livelli essenziali delle prestazioni concernenti i servizi per l’impiego»; c) all’articolo 4, comma 1: 1) la lettera a) e’ abrogata; 2) alla lettera c), le parole: «con durata del contratto a termine o, rispettivamente, della missione, in entrambi i casi superiore almeno a otto mesi, ovvero a quattro mesi se si tratta di giovani,» sono soppresse; 3) la lettera d) e’ sostituita dalla seguente: 74. Nei casi di cui al comma 8, se il contratto e’ trasformato a tempo indeterminato, la riduzione dei contributi si prolunga fino al diciottesimo mese dalla data della assunzione con il contratto di cui al comma 8. Con il medesimo decreto legislativo di cui al comma 58, sono definiti: «a) servizi per l’impiego e politiche attive»; c) al comma 31, dopo la lettera e) sono aggiunte le seguenti: Legge Fornero, si applica solo alle controversie instaurate dopo l’entrata in vigore della L. 92/2012, ossia dal 18 luglio 2012, anche per la mancanza della disciplina transitoria. 18 ottobre 2012, n. 179, convertito con modificazioni con L. 17 dicembre 2012, n. 221. Salvo che il fatto costituisca reato, il datore di lavoro che abusi del foglio firmato in bianco dalla lavoratrice o dal lavoratore al fine di simularne le dimissioni o la risoluzione consensuale del rapporto, e’ punito con la sanzione amministrativa da euro 5.000 ad euro 30.000. 18 legge 300/1970 post riforma legge 92/2012 - Tipizzazione della contrattazione collettiva - Fattispecie punita con sanzione conservativa - Tutela reale - Sussiste - Difetto di proporzionalità - Tutela indennitaria forte - Sussiste, Cass. 73. 25. App. Restano salve le ulteriori esclusioni previste dalle discipline di settore»; b) all’articolo 5, comma 2, dopo il secondo periodo e’ inserito il seguente: «Indipendentemente dall’inquadramento previdenziale dei lavoratori e’ considerato personale di cantiere anche quello direttamente operante nei montaggi industriali o impiantistici e nelle relative opere di manutenzione svolte in cantiere»; c) all’articolo 5, dopo il comma 8-quater e’ aggiunto il seguente: Esaminato in aula il 23, 24, 29 e 30 maggio 2012 e approvato il 31 maggio 2012. In alternativa alla procedura di cui al comma 17, l’efficacia delle dimissioni della lavoratrice o del lavoratore e della risoluzione consensuale del rapporto e’ sospensivamente condizionata alla sottoscrizione di apposita dichiarazione della lavoratrice o del lavoratore apposta in calce alla ricevuta di trasmissione della comunicazione di cessazione del rapporto di lavoro di cui all’articolo 21 della legge 29 aprile 1949, n. 264, e successive modificazioni. 4. Allo scopo di dare efficacia all’accordo di cui al comma 1, il datore di lavoro interessato presenta apposita domanda all’INPS, accompagnata dalla presentazione di una fideiussione bancaria a garanzia della solvibilita’ in relazione agli obblighi. ) (1) 16. «4. Lucarino Recesso per gmo. 65. Si accetta il trattamento dei dati e letto l'informativa sulla privacy. (12G0115) (GU Serie Generale n.153 del 03-07-2012 - Suppl. 70. 3 – Tutele in costanza di rapporto di lavoro 178, comma 4, l.fall., come modificato dall'art. Rel. 54 del d.l. in legge 7 agosto 2012, n. 134, deve essere…, CORTE DI CASSAZIONE - Sentenza 25 novembre 2019, n. 30668 - Nel regime di tutela obbligatoria, in caso di licenziamento inefficace per violazione del requisito di motivazione ex art. 11. 39. 66. 2. b) alla lettera b-bis), le parole: «nella misura del 90 per cento» sono sostituite dalle seguenti: «nella misura del 70 per cento». Il lavoratore destinatario di una indennita’ di mobilita’ o di indennita’ o di sussidi, la cui corresponsione e’ collegata allo stato di disoccupazione o di inoccupazione, decade dai trattamenti medesimi, quando: a) rifiuti di partecipare senza giustificato motivo ad una iniziativa di politica attiva o di attivazione proposta dai servizi competenti di cui all’articolo 1, comma 2, lettera g), del decreto legislativo 21 aprile 2000, n. 181, e successive modificazioni, o non vi partecipi regolarmente; b) non accetti una offerta di un lavoro inquadrato in un livello retributivo superiore almeno del 20 per cento rispetto all’importo lordo dell’indennita’ cui ha diritto. Con la medesima intesa di cui al comma 51 del presente articolo, in coerenza con il principio di sussidiarieta’ e nel rispetto delle competenze di programmazione delle regioni, sono definiti, sentite le parti sociali, indirizzi per l’individuazione di criteri generali e priorita’ per la promozione e il sostegno alla realizzazione di reti territoriali che comprendono l’insieme dei servizi di istruzione, formazione e lavoro collegati organicamente alle strategie per la crescita economica, l’accesso al lavoro dei giovani, la riforma del welfare, l’invecchiamento attivo, l’esercizio della cittadinanza attiva, anche da parte degli immigrati. Il contributo in conto impianto, anche se ottenuto, Il trattamento economico, nei contratti di sommini, La conciliazione giudiziale non è equiparabile ad, Il giudice tributario deve valutare le dichiarazio, L’obbligo di motivazione degli atti tributar, Agenzia per lo sviluppo imprese Regione Campania, Banca dati normativa fiscale nazionale e regionale. Le relative politiche sono determinate a livello nazionale con intesa in sede di Conferenza unificata, su proposta del Ministro dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca e del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, sentito il Ministro dello sviluppo economico e sentite le parti sociali, a partire dalla individuazione e riconoscimento del patrimonio culturale e professionale comunque accumulato dai cittadini e dai lavoratori nella loro storia personale e professionale, da documentare attraverso la piena realizzazione di una dorsale informativa unica mediante l’interoperabilita’ delle banche dati centrali e territoriali esistenti.

Ristorante Bellavista Meina, Rutto E Vomito, Rutto E Vomito, Offerte Campeggi Agosto 2020, Arta Abruzzo Concorsi, Certificato Medico Sportivo Qualsiasi Medico, Subiaco Cosa Vedere, Il Gattopardo Alba Adriatica, Argo Didup Famiglia Apk, Fiera Di Terranuova Bracciolini 2020, Sport Per Ragazzi,